La presenza capillare delle farmacie sul territorio è un privilegio di cui non tutti i paesi del mondo godono. In un presidio farmaceutico sono presenti farmacisti laureati, costantemente aggiornati non solo sui medicinali, ma anche sulle principali tematiche di salute. Nell’ultimo decennio la farmacia si è evoluta per andare oltre la dispensazione e il consiglio sul farmaco, inserendo anche numerosi servizi sanitari di cui i cittadini possono usufruire per tenere monitorato il proprio stato di salute con l’assistenza del farmacista. Misurare la pressione arteriosa, la glicemia, effettuare l’autoanalisi delle urine, eseguire un holter pressorio o cardiaco e un elettrocardiogramma sono tutti accertamenti che oggi possono essere effettuati in modo sicuro e pratico in molte farmacie italiane. A questi, si sono aggiunti i servizi legati alla pandemia, come i test antigenici rapidi Covid-19 e i vaccini. Per poter offrire queste prestazioni, i farmacisti sono tenuti per legge a seguire corsi di abilitazione e aggiornamento, che ne garantiscono la competenza e la costante preparazione scientifica. È inoltre obbligatorio anche predisporre i locali della farmacia nei quali si eseguono gli esami in modo appropriato per assicurare al cittadino igiene, sicurezza e tutela della privacy.

Farmaci e consulenza.

Il farmacista è il professionista sanitario con la più approfondita conoscenza dei farmaci, dei loro componenti, dei lori effetti, interazioni e controindicazioni. È quindi buona norma consultare un farmacista ogniqualvolta si cerca un rimedio farmaceutico non prescritto direttamente dal medico, anche se si tratta di un medicinale che non richiede la ricetta. Lo stesso vale per integratori, parafarmaci e fitoterapici. Anche i cosiddetti rimedi naturali contengono principi attivi che possono avere effetti indesiderati o interagire con altri farmaci. Per questo è quanto mai opportuno consultarsi con un farmacista prima di acquistarli e assumerli. In caso di terapia prescritta dal medico, inoltre, il farmacista possiede adeguate competenze per fornire al paziente un’utile consulenza in caso di problematica riscontrate durante l’assunzione di un medicinale. Rivolgersi con fiducia a questo professionista aiuta a curarsi in modo corretto e controllato, evitando il fai da te. Occorre poi sottolineare che la farmacia è sempre aggiornata anche riguardo la disponibilità dei medicinali e le eventuali problematiche relative alle forniture e saprà quindi indicare al paziente cosa fare in caso di carenze di farmaci.

Esami e screening in farmacia.

Da quanto è stata autorizzata la Farmacia dei servizi, i presidi farmaceutici territoriali possono scegliere di inserire nella propria offerta anche una serie di prestazioni sanitarie, quali esami e test diagnostici di vario tipo. Questa possibilità offre ai cittadini grande flessibilità e praticità nell’esecuzione di alcuni accertamenti che prima potevano essere effettuati solo in ambulatorio o in ospedale, con le relative distanze e tempi di attesa. Come già detto, i farmacisti devono seguire corsi di abilitazione e aggiornamento per garantire un elevato livello di preparazione e devono predisporre adeguatamente i locali dove svolgere i servizi nel rispetto della sicurezza e della privacy del cittadino. Tra i servizi oggi disponibili, è possibile eseguire holter pressorio, holter cardiaco ed elettrocardiogramma, i cui esiti vengono inviati a un medico specialista che rinvia in farmacia il referto da consegnare al paziente. È inoltre possibile misurare la pressione arteriosa, la glicemia ed effettuare un’autoanalisi delle urine in pochi minuti. Per conoscere quali servizi sono attivi nella propria farmacia d’interesse, basta chiedere direttamente al farmacista che illustrerà le prestazioni attive.

© Riproduzione riservata